Cieca non è la fortuna, ma chi non sa afferrarla.

20130316_103550-300x225
Questa mattina, presso la biblioteca “Elisa Springer” del nostro istituto, abbiamo avuto il grande piacere di ospitare Michele Corcio, presidente dell’unione Ciechi, e Vito Pacillo, presidente “Comitato pro fondazione ciechi pluriminorati”.
Scopo dell’incontro è stato quello di sensibilizzare i ragazzi alla condizione dei non vedenti ed ipovedenti pluriminorati adulti, i quali, purtroppo, trascorrono buona parte della propria giornata in casa, inoperosi, demotivati e quasi abbandonati a se stessi e lo stesso problema a breve lo vivranno altri ragazzi ciechi pluriminorati che si avviano a concludere la frequenza scolastica.
In considerazione di ciò, con la condivisione della Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – Sez. Prov.le di Foggia,  è stata costituita, nella nostra città, una “FONDAZIONE PRO CIECHI ED IPOVEDENTI PLURIMINORATI” specificamente finalizzata ad offrire loro servizi ed interventi idonei a garantire una dignitosa qualità di vita. La Fondazione si propone infatti di offrire opportunità formative, riabilitazione e socializzazione, momenti ricreativi, insomma dare la possibilità anche a  queste persone un po’ più sfortunate di noi, di sentirsi almeno in parte protagonisti della propria vita.Tante sono le riflessioni che mi verrebbero da fare sull’argomento. Spesso ci si lamenta della difficile situazione che stiamo attraversando: politica, lavoro, famiglia, economia, tante materie di cui, giustamente, preoccuparsi. Eppure non ci rendiamo conto della fortuna che abbiamo. La fortuna di vedere ogni giorno il sorriso sul volto dei nostri cari, di fermarci a osservare e commuoverci di fronte un paesaggio, di dare qualche calcio ad un pallone con gli amici, di ammirare le scene di un film, e quelle tante piccole grandi cose che danno colore alle nostre giornate. Ci sono persone invece a cui la natura ha vietato tutto questo, e che, eppure, sanno dare un grande valore alla propria vita, non piangono perché non hanno l’ultimo modello dell’IPhone, non piangono perchè non hanno i biglietti per il concerto del loro cantante preferito o perchè il Milan ha perso la partita di Champions. Riscoprite i veri valori dela vita e riflettete gente!

Be the first to comment

Leave a Reply